“Riviera” di Valentino Ronchi

Nota di lettura a Valentino Ronchi, Riviera, Fazi Editore 2021.

È una scrittura curata e raffinata, quella di Valentino Ronchi. Una scrittura che nella sua grazia alessandrina ben si scosta dai fluviali vortici di parole del nostro secolo; il suo dettato è limpido, essenziale, ha il sapore di arte e passione verso l’opera e le vicende che si narrano con abilità magistrale. 

Dalle pagine emerge una storia familiare sviluppata in quattro generazioni che convivono e si avvicendano nella villa di “riviera” collocata nella periferia milanese. Un posto placido, un idillico incanto è quella casa che silenziosamente abbraccia l’umanità di ogni personaggio, divenendo anch’essa realtà vivente, che osserva, sorride, piange, come fosse tacita spettatrice della vita che passa e che va, che viene e che resta nelle stanze e nell’inarrestabile scorrere dei giorni.

Il romanzo fa intrecciare abilmente i fili della trama, in un entrelacement che lascia il lettore desideroso di andare avanti ancora e ancora, di saperne di più, mentre pagina dopo pagina si impara a voler un bene sempre maggiore a Marianna e alla sua famiglia, sentendosi coinvolti ed avvolti in un abbraccio di suspense e delicatissima nostalgia. Nostalgia perché è il tempo a dominare, con il suo scorrere lineare, ma anche attraverso la ciclicità costante delle vicende umane che continuano a rincorrersi e a non cambiare mai, con virtù e vizi, errori ed amori.

“Possibile che i momenti vadano perduti? Io non credo”, si disse, “andranno pure da qualche parte e in qualche modo ce li ridaranno indietro”.

Da Valentino Ronchi, Riviera, Fazi Editore 2021, p. 124

Riviera | Valentino Ronchi | Fazi Editore

Riviera – Valentino Ronchi – Libro – Fazi – Le strade | IBS

Articolo di Riccardo Magni

Lascia un commento