Rinascere oggi

I Ricami di Leonardo Da Vinci nella Scuola di Atene | RomaGuideTour.it
Raffaello Sanzio, La Scuola di Atene, 1509-1511.

Come rinascere oggi?

Recentemente, ho avuto modo di riflettere su questa comunità che giorno dopo giorno si sta costruendo e arricchendo sempre di più, in un tempo difficile e anomalo, in cui il desiderio che unisce ogni uomo, credo, sia uno e profondo: rinascere. Un desiderio che tuttavia non deve essere retorico (intendendo tale parola nel senso deteriore che, ahimè, la contemporaneità ha ad essa attribuito), bensì vero, sincero.

Eppure non basta desiderare. Per far sì che tale esigenza possa divenire realtà ci vuole la base e il fine da cui e verso cui partire. E la poesia e la cultura sono ottimi fondamenti con i quali l’uomo può rimettersi in cammino, proiettandosi vero il futuro, oltre la siepe che ora pare trattenere lo sguardo dallo svilupparsi verso l’infinito. Pensiamoci. Poesia, dal greco poieo, fare. Cultura, dal participio futuro latino del verbo colere, coltivare. Per rinascere bisogna fare, per rinascere bisogna coltivare l’anima e il pensiero nostri e di chi sta attorno, di chi condivide questo pianeta che, mai come ora, è avvertito come una sola cosa e che trova ricchezza in ogni differente patrimonio culturale che ognuno porta con sé. Ma, si sa, da soli non si va da nessuna parte, serve dialogo, collaborazione e amore sincero verso quello che si ama e si fa.

Voliamo per un attimo con la mente a circa cinque secoli fa. Da Rinascimento a Rinascimento.

Incontri, fitti scambi epistolari, dialoghi di uomini e di pensiero. L’Umanesimo e il Rinascimento vivevano la cultura, e dunque anche la poesia, come comunione e condivisione. L’amicizia diviene uno dei sentimenti più celebrati nelle opere di quest’epoca. Letterati si dedicano poesie incentrate su tale tema, lettere con cui si scambiano pareri reciproci e conoscenze attraverso cui si arricchiscono e crescono.

Amicizia, condivisione e diffusione di cultura: questa idea di un’era storica chiamata Rinascimento non si addice perfettamente a questo nostro nuovo Rinascimento?

Cambiano i tempi, cambiano i metodi di comunicazione, i materiali scrittori, la carta lentamente lascia spazio al digitale, le parole cominciano ad adeguarsi non più alle pagine ma agli schermi, eppure una cosa rimane: il desiderio di lasciare tracce di bene e bellezza in questo nostro viaggio.

Di Riccardo Magni

Riccardo Magni (@riccardomagnipoesia) • Foto e video di Instagram

Rinascimento poetico – La Bellezza sta già salvando il mondo

#poesia

Comincia la discussione

Lascia un commento